darktable page lede image
darktable page lede image

2.2.3. Anteprime

Each image of the current collection is represented by a thumbnail in the lighttable view. darktable keeps a cache of the last recently used thumbnails in a file on disk and loads it into memory at startup. The size of this cache can be adjusted in the cpu / gpu / memory tab in preferences dialog (see Sezione 8.8, «Cpu / gpu / memory»).

2.2.3.1. Creazione anteprime

Le anteprime vengono generate quando darktable importa un'immagine per la prima volta, dopo che un'immagine è stata modificata nella camera oscura, oppure quando viene richiamata una «vecchia» immagine la cui anteprima non è più disponibile.

When darktable imports an image for the first time, there are two possible sources from where to take a thumbnail. darktable can either try to extract an embedded thumbnail out of the input image – most raw files contain these kind of thumbnails generated by the camera – or process the image by itself using default settings. You can define how darktable gets its thumbnails in the lighttable tab in preferences dialog (see Sezione 8.3, «Tavolo luminoso»).

L'estrazione dell'anteprima dall'immagine di input ha il vantaggio di essere un'operazione molto veloce. Tuttavia queste anteprime sono state generate da un algoritmo della macchina fotografica e non rappresentano come darktable «vede» quell'immagine. Noterete la differenza non appena aprirete l'immagine in modalità camera oscura: dopo questa operazione darktable sostituirà l'anteprima con una nuova.

Dopo l'importazione di un nuovo rullino darktable costruirà le anteprime per le nuove immagini. Se le anteprime sono molte è possibile che la navigazione all'interno del tavolo luminoso subisca un rallentamento perché ogni volta che vi spostate all'interno della collezione nuove anteprime devono essere generate. Per ovviare a questo problema è possibile uscire da darktable e lanciare il comando darktable-generate-cache. Questo programma provvederà a generare tutte le anteprime mancanti in una sola volta. Per maggiori dettagli vedere Sezione 1.1.3, «Comando darktable-generate-cache».

As the thumbnail cache file has a pre-defined maximum size it will eventually get filled up. Then if new thumbnails are added, old ones need to be dropped. However, darktable will keep all thumbnails on disk if the corresponding disk backend option is activated in the cpu / gpu / memory tab in preferences dialog (see Sezione 8.8, «Cpu / gpu / memory»). Access to the thumbnails in this secondary cache is slower than to the ones in the primary cache, but still much faster than reprocessing thumbnails from scratch. The size of the secondary cache is only limited by disk space.

Le anteprime non vengono mai cancellate dalla cache secondaria. Nel caso in cui vogliate ripulirla dovrete farlo manualmente cancellando le immagini ricorsivamente nella cartella $HOME/.cache/darktable/mipmaps-xyz.d dove xyz è un identificatore alfanumerico della cache. Fatto questo darktable provvederà a rigenerare le anteprime al bisogno, oppure potete farlo manualmente in un'unica operazione con il comando darktable-generate-cache.

Se non attivate la cache su disco e impostate una dimensione troppo piccola per la cache primaria potreste avere dei problemi. I sintomi tipici sono: rigenerazione continua delle anteprime ogni volta che vi spostate all'interno della collezione, immagine dell'anteprima tremolante, o addirittura darktable potrebbe non rispondere più. Una buona scelta potrebbe essere quella di dimensionare la cache a 512MB o più. Tenete in considerazione il fatto che le limitazioni legate ad un sistema a 32-bit vi obbligheranno a scegliere una dimensione della cache parecchio inferiore (vedi Sezione 10.1, «darktable e la memoria» per maggiori dettagli relativi a queste limitazioni).

Starting with darktable 2.0 thumbnails are fully color managed if the corresponding option is activated in the lighttable tab in preferences dialog (see Sezione 8.3, «Tavolo luminoso»). Colors are rendered accurately on screen as long as your system is properly set up to hand over the right monitor profile to darktable. For more information on color management see Sezione 3.2.6, «Gestione del colore».

2.2.3.2. Teschi

Se, per una qualche ragione, darktable non è in grado di generare un'anteprima verrà visualizzato un teschio al suo posto. Niente panico!

Questo comportamento è solitamente dovuto a tre ragioni principali.

Una delle cause possibili è che l'immagine di input sia stata rinominata o fisicamente rimossa dal disco. darktable memorizza tutte le immagini importate fin quando non vengono rimosse dal suo database. Nel caso in cui darktable dovesse generare un'anteprima ma non fosse in grado di trovare il file di input, allora disegnerà un teschio al suo posto. Gli utenti dovrebbero rimuovere le immagini dal database (vedi Sezione 2.3.8, «Immagini selezionate») prima di rimuoverle fisicamente dal disco. In alternativa potreste lanciare periodicamente il comando purge_non_existing_images.sh dalla cartella degli strumenti di darktable per ripulire il database.

Un'altra causa potrebbe essere dovuta al fatto che darktable abbia processato un'immagine di input con un'estensione valida ma con un formato file che darktable ancora non supporta. In questo caso darktable tenta di processare l'immagine ma non può portare a termine l'operazione.

La terza e ultima causa che può causare la visualizzazione dei teschi è l'esaurimento della memoria. Se darktable esaurisce la memoria durante la generazione delle anteprime avvisa l'utente e visualizza i teschi. Questa è il caso che più probabilmente accade quando darktable funziona con regolazioni non ottimali specialmente in un ambiente a 32-bit. Vedere anche Sezione 10.1, «darktable e la memoria» per maggiori informazioni.